Perchè voglio continuare ad esserci

Sono Giuseppe Fresta, molti amici mi chiamano Pippo.

Ho 40 anni, sono un ingegnere e negli ultimi 5 anni sono stato assessore e vicesindaco della giunta Greco.

Amo lo sport, amo il mio territorio e fin da bambino ho sognato un paese efficiente, urbanisticamente moderno e civile.

Sono candidato al Consiglio comunale e sono Assessore designato.

Nei giorni passati alla guida del Comune ho cercato sempre di fissare degli obiettivi e di raggiungerli, lavorando con onestà e rispetto dei ruoli.

Ho sempre cercato di contribuire in tutti i modi possibili alla crescita del nostro comune:

  • ho cercato di essere una valida spalla ed un valido consigliere per il Sindaco;

  • ho cercato di assistere l’ufficio tecnico con numerosi lavori di progettazione;

  • ho lavorato fianco a fianco con l’ufficio ecologia per definire strategie vincenti sul ciclo dei rifiuti;

  • ho cercato di ascoltare la voce di tutti.

Tutto questo sempre rimboccandomi le maniche, sempre con grande onestà intellettuale e sempre con l’unico obiettivo di contribuire a far crescere Santa Venerina.

...e tutto questo aihmè con i limiti di un essere umano che vuole anche crescere nel proprio lavoro e talvolta anche ritagliarsi qualche spazio intimo in cui restare in solitudine e sviluppare i propri pensieri.

Io sono un ingegnere. Il mio lavoro è fare l'ingegnere. Non sono un politico di professione e la passione per il territorio è ciò che mi ha spinto a studiare e laurearmi.

Ho avuto il piacere di rappresentare Santa Venerina negli ultimi 5 anni e questo mi arricchito molto.

Proprio per questo ho sempre cercato di operare con passione, attenzione e dignità.

Molte cose sono certo di averle fatte bene. Molte altre so bene che attendono ancora di essere iniziate, completate o eseguite con maggiore efficienza.

Tantissimo il lavoro fatto, tantissime le fatiche, tantissime le soddisfazioni, tanta esperienza acquisita, ma soprattutto tantissimo lavoro ancora da fare.

In queste pagine ho voluto sintetizzare alcune riflessioni che stiamo cercando di portare nelle piazze durante i comizi. Credo sia giusto mettere nero su bainco alcuni temi che stanno diventando preponderanti in questa campagna elettorale. Sono molto grato a chi avrà il tempo di leggere questi miei approfondimenti.

Il 10 giugno 2018 sta per arrivare. Io le mie elezioni personali le ho già vinte, così come vince un uomo onesto che cerca di fare ogni cosa con rispetto altrui e dignità.

Ci resta di vincere insieme. Dobbiamo porseguire nella giusta direzione. Dobbiamo continuare ad andare #AvantiCosì